Grande piatto di Alessandro Mecca, rist. Spazio 7 Torino.


Mezze maniche E. Pepe, zucchine e ricotta.

Grande piatto nel menù degustazione di Alessandro Mecca al rist. Spazio 7 di Torino. 

Stilisticamente perfetto: senso estetico e minimalismo sono le idee alla base di questa portata. 

Tre ingredienti disposti in maniera armonica nel piatto.  

Equilibrio e giuste proporzioni.

Il tutto è studiato in funzione della pasta che è giustamente assoluta protagonista. Squisite le zucchine tagliate a rondelle: sono in parte appena fritte, mentre le rondelle sottilissime delle zucchine matita sono marinate in aceto pochi minuti. Il tutto condito da una leggera crema di ricotta di pecora, fiore di zucchina in polvere e qualche goccia di olio E. Pepe. 

Quindi abbiamo belle consistenze ed armonia in bocca tra la morbidezza della ricotta e l’acidità della zucchina in aceto che da una bella spinta al piatto. 

Il risultato è perfetto: ognuno degli ingredienti mantiene la propria identità di gusto e sopratutto spicca la qualità della pasta di Emidio Pepe. Cotta al dente, con una consistenza quasi carnosa e con il gusto del grano, puro, primordiale…un gusto ormai dimenticato

È oggi evidente che Alessandro Mecca stia raggiungendo la maturità e la consapevolezza delle proprie qualità. 

Ormai al secondo anno nella gestione del rist. Spazio 7 all’interno della Fondazione Sandretto, è già oggi ai vertici della ristorazione torinese. Sicuramente trai i 3/4 ristoranti imperdibili in città. 
P.S. Emidio Pepe è il grande vigneron abruzzese, proprio lui. In azienda, oltre al l’olio d’oliva, da quest’anno ha avviato una piccola ed artigianale produzione di pasta: dopo aver seminato un campo con un’antica varietà di sen. Capelli (coltivazione totalmente priva di chimica, pesticidi, ecc) ha fatto pastificare il suo grano da pastificio locale. Solo due i formati prodotti: spaghetti e mezze maniche. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *